Disartria e disfagia in progressivo peggioramento in donna over 65 – Caso clinico

Un esempio di come indagini strumentali e accertamenti periodici possano modificare il piano nutrizionale in caso di patologia ingravescente.

In questo caso clinico, il Dott. Spadola Bisetti, Medico Specialista in Foniatria, Audiologia ed Otorinolaringoiatria, presenta il caso clinico reale di una paziente di 67 anni, seguita da circa 1 anno dal Servizio di Neurologia per disartria ingravescente con difficoltà di deglutizione.

La donna si alimenta con dieta libera, ma riferisce un importante calo ponderale in 12 mesi. Lo specialista analizza, in base all’anamnesi e all’esame obiettivo, gli elementi più significativi da considerare per formulare la diagnosi.

Scopri di seguito come indagini strumentali e accertamenti periodici possano modificare il piano nutrizionale in caso di una patologia ingravescente. 

 

Dott. Massimo Spadola Bisetti
Specialista in Foniatria, Audiologia ed Otorinolaringoiatria e Dottore di ricerca in Fisiopatologia degli organi di senso e di comunicazione.

Contenuto riservato agli utenti registrati.