Salta al contenuto principale

Non sei registrato?

Registrati subito per accedere ai servizi dedicati ai Professionisti come te

REGISTRATI
/**/

Le vitamine e i minerali che non devono mancare mai

In età avanzata, l’assorbimento di certe vitamine e minerali fondamentali può essere ostacolato da una serie di fattori tipici della popolazione adulta

In età avanzata, l’assorbimento di certe vitamine e minerali fondamentali può essere ostacolato da una serie di fattori tipici della popolazione adulta

Le proteine sono importanti, ma anche vitamine e calcio sono fondamentali per la salute di ossa e articolazioni, infatti il 99% del calcio che si trova nel nostro corpo è contenuto nelle ossa e nei denti, e il fabbisogno di questo minerale aumenta con l’avanzare dell’età.

Proprio in età avanzata tuttavia, l’assorbimento del calcio può essere ostacolato da una serie di fattori tipici della popolazione adulta, quali:

  • La riduzione della produzione di acido gastrico
  • L’uso di antiacidi
  • La carenza di vitamina D

Quest’ultima infatti, grazie alla sua capacità di incrementare l’assorbimento di calcio nell’intestino tenue e di mobilitare il calcio dalle ossa, può influire notevolmente sulla mineralizzazione delle ossa e la salute dell’apparato scheletrico.

Nella terza età il rischio di carenza di vitamina D è più alto a causa di alterazioni nel metabolismo o diete insufficienti.

Alcune vitamine e minerali, come la vitamina B2, la C, lo Zinco e il Selenio, svolgono inoltre il ruolo di antiossidanti, perché proteggono le cellule dallo stress ossidativo, fenomeno che aumenta con l’avanzare dell’età.

Nutrienti fondamentali

 

In ultimo, non bisogna trascurare l’apporto di fibre, che favoriscono l’equilibrio intestinale contrastando il rallentamento della funzione intestinale, derivante dall’assunzione di alcuni farmaci o da uno stile di vita sedentario.

Con il passare degli anni, in caso di malassorbimento, diminuzione dell’appetito, presenza di determinate malattie e specifiche condizioni cliniche (compresa la disfagia) e dei relativi trattamenti, l’apporto dei principi nutritivi presenti nella sola dieta può non essere sufficiente a fornire tutti i nutrienti necessari all’organismo. Chiedi al tuo medico di fiducia o a uno specialista della nutrizione se è il caso di integrare la tua dieta (L’integrazione nella disfagia).