Effetti dell’immunonutrizione enterale in pazienti sottoposti a pancreatico-duodenectomia: metanalisi degli studi clinici randomizzati e controllati

Premessa

La pancreaticoduodenectomia (PD) è gravata da 3 importanti complicanze postoperatorie: la fistola pancreatica, il ritardato svuotamento gastrico e l’infezione della ferita, che possono prolungare il ricovero, aumentare i costi ospedalieri e anche portare al decesso del paziente.
Questa revisione sistematica ha confrontato gli effetti dell’immunonutrizione enterale (EIN) con quelli della nutrizione enterale standard (EN) sulla morbilità e mortalità postoperatorie in pazienti sottoposti a PD.

Risultati

Su 403 studi selezionati come eleggibili, 399 in realtà non soddisfacevano i criteri di inclusione (RCT, PD, EN vs EIN, valutazione di complicanze postoperatorie, mortalità e durata del ricovero), per cui solo 4 RCT sono stati inclusi nell’analisi finale, per un totale di 299 pazienti. 

In tutti e 4 la EIN consisteva in una miscela di arginina, acidi grassi omega-3 e RNA.
L’EIN ha ridotto significativamente, rispetto all’EN, l’incidenza di complicanze infettive postoperatorie (Figura sotto) e la durata del ricovero ospedaliero (MD -1,79, IC 95% -3,40 a 0,18; p=0,03). Non sono invece state osservate differenze significative nell’incidenza di complicanze totali, di complicanze non infettive e nella mortalità postoperatoria.

Guan H et al
Effects of Enteral Immunonutrition in Patients Undergoing Pancreaticoduodenectomy: A Meta-Analysis of Randomized Controlled Trials

Ann Nutr Metab. 2019; 74(1): 53-61

Contenuto riservato agli utenti registrati.

 

Forest plot sulle complicanze infettive postoperatorie

Tabella_PD

CONCLUSIONI

L’immunonutrizione enterale riduce le infezioni postoperatorie e riduce la durata della degenza; l’immunonutrizione dovrebbe essere raccomandata nei pazienti destinati a pancreaticoduodenectomia.