Le formule a base di peptidi vs quelle polimeriche standard: quali sono meglio tollerate dai bambini con patologie critiche?

I bambini ospedalizzati e in condizioni di salute critiche sono ad alto rischio malnutrizione e vengono alimentati preferibilmente tramite sonda enterale.

Introduzione

La malnutrizione è presente nel 50% dei bambini ospedalizzati e nel 25-70% di quelli in condizioni di salute critiche. In tutti questi pazienti la nutrizione enterale per sonda è la modalità di alimentare considerata più adeguata.  

Dato che i vantaggi clinici delle formule enterali a base di peptici sono ancora controversi, l’obiettivo di questo studio è stato di confrontare la tollerabilità delle formule a base di peptidi vs quelle polimeriche standard e valutare se comportano esiti clinici differenti nei bambini in condizioni di salute critiche.

Materiali e metodi

Questo studio clinico controllato, randomizzato in singolo cieco è stato condotto su 180 bambini con patologie critiche ricoverati nell’Unità di Terapia Intensiva Pediatrica (PICU) della Ain Sham University.

I pazienti sono stati divisi in 2 gruppi: il gruppo 1 (n= 90) venivano nutriti con una formula polimerica standard; mentre al gruppo 2 (n= 90) con una formula a base di peptidi.

All’ammissione nello studio, vennero registrati in ogni paziente i seguenti valori: 

  • Fabbisogni nutrizionali
  • Giorni necessari per arrivare ad una nutrizione enterale completa
  • Manifestazioni da intolleranza alla formula per sonda
  • Misure antropometriche
  • Rischio di mortalità pediatrica (indice PRISM).

Al termine dello studio vennero considerati i seguenti outcome:

  • Durata del ricovero in PICU.
  • Manifestazioni di sepsi.
  • Sopravvivenza.
Hanan Ibrahim, Mervat Mansour, Yasmin Gamal El Gendy
Peptide-based formula versus standard-based polymeric formula for critically ill children: is it superior for patients’ tolerance?
Arch Med Sci 2020; 16 (3): 592–596

Contenuto riservato agli utenti registrati.

Risultati

I pazienti che hanno ricevuto la formula a base di peptidi hanno mostrato una diminuzione significativa di interruzione dell’alimentazione enterale e di distensione addominale (p < 0,000), raggiungendo più rapidamente la nutrizione enterale completa (2,60 ± 0,74 gg vs 5,36 ± 1,00 gg dei pazienti che avevano ricevuto la formula polimerica standard, p< 0,001) e un aumento del peso corporeo (p < 0,028). 

Utilizzando la formula peptica, i casi di sepsi duravano per un periodo significativamente più breve (p < 0,045), mentre la mortalità è stata analoga nei due gruppi.

Conclusioni

Dai risultati dello studio è emerso che la formula enterale a base di peptidi viene meglio tollerata dai pazienti pediatrici con patologie critiche, rispetto a quella polimerica standard. Saranno necessari, comunque, ulteriori studi per valutare le preferenze dei bambini verso le formule peptidiche.
 

VAI ALL'ARTICOLO COMPLETO