Ritardo di crescita in bambino prematuro con PCI – Caso Clinico

Un caso clinico focalizzato sulla diagnosi e l’avvio a un programma personalizzato di nutrizione artificiale nel bambino con paralisi cerebrale.

Nel bambino con paralisi cerebrale la disfagia e la malnutrizione sono complicanze frequenti. Scopri nel seguente caso clinico presentato dal Prof. Claudio Romano, gastroenterologo pediatra dell’Università di Messina, come mantenere un’alimentazione caloricamente adeguata tramite la nutrizione artificiale enterale.

Di seguito un percorso di domande e risposte commentate, relativamente al caso di un paziente reale di 6 anni affetto da tetraparesi spastica, epilessia idiopatica farmacoresistente e scarsa crescita, gestito a domicilio esclusivamente dalla mamma. Il Prof. Romano descrive tutti gli step necessari per arrivare alla diagnosi nutrizionale corretta e alla definizione del programma di nutrizione artificiale personalizzato necessario al paziente.

Prof. Claudio Romano
Direttore di UO di Gastroenterologia Pediatrica e Fibrosi Cistica - Università di Messina

Contenuto riservato agli utenti registrati.

Current View