Disfagia nell’adulto: ruolo e valutazioni del logopedista

L'approccio logopedico è fondamentale durante tutte le fasi della presa in carico del paziente disfagico.

Il ruolo del logopedista è importante in tutte le fasi necessarie a prevenzione, cura e riabilitazione del paziente disfagico, sia in fase di ricovero sia a livello di assistenza domiciliare. 

L’approccio logopedico durante la presa in carico di un paziente adulto con disfagia comporta un attento e specifico inquadramento del paziente.
Si inizia con la raccolta dell’anamnesi, per proseguire con specifiche valutazioni  non strumentali ed esami strumentali, analizzati in sinergia con altri specialisti (Foniatra, otorinolaringoiatra, neurologo, ecc.). 

Il logopedista valuta inoltre le modalità nutrizionali del paziente, il livello di coordinazione tra respirazione, apnea e deglutizione, la presenza di tosse riflessa e volontaria, al fine di ridurre i possibili rischi di aspirazione e altre complicanze della disfagia, quali malnutrizione e disidratazione.

Le seguenti slide descrivono in dettaglio tutte le valutazioni logopediche previste in caso di disfagia nell’adulto.

Dott.ssa Stefania Santopadre
Logopedista e Deglutologa – Azienda Ospedaliero Universitaria di Pisa

Contenuto riservato agli utenti registrati.